Maria Caterina Giordano

Ricercatore
FISICA SPERIMENTALE | FIS/01
  • Membro della Giunta di dipartimento (Dipartimento di fisica - DIFI)
Avatar, nessuna immagine disponibile
Maria Caterina Giordano

Incarichi

  • Membro della Giunta di dipartimento (Dipartimento di fisica - DIFI)

Bio

Dal 2018 M. C. Giordano è ricercatrice presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Genova, dove è responsabile dell’attività di nanolitografia DIFILab (‘Nanofrazor Instrument’ - Progetto di Eccellenza MIUR 2018-2022). È autrice di oltre 35 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali (> 400 citazioni, h-index=12 @Scopus), è stata relatrice su invito a diverse conferenze internazionali ed è membro dello ‘Steering Committee’ di Plasmonica. La sua attività scientifica è volta allo sviluppo di metodi di nanostrutturazione avanzata (top-down e auto-organizzata), e di microscopie ‘scanning probe’ innovative. È interessata allo studio delle proprietà optoelettroniche di nanomateriali 1D e 2D in vista di applicazioni in nanofotonica, plasmonica e biosensoristica. Dal 2016 al 2018 è stata ricercatrice presso l’Istituto CNR-NANO & Scuola Normale Superiore (Pisa) dove ha studiato tecniche innovative di microscopia ottica ‘near-field’ a frequenze Terahertz (e.g. THz SNOM), e ha investigato le proprietà ottiche e plasmoniche di nanomateriali nel ragime THz. Nel 2015 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Nanotecnologie presso l’Università di Genova con una tesi sulla nanofabbricazione auto-organizzata di substrati ‘large-area’ per applicazioni in optoelettronica e plasmonica.

Contatti

e-mail
maria.caterina.giordano@unige.it
Sito web personale
https://www.difi.unige.it/en/department/people/giordano-maria-caterina-0

Attività di ricerca

  • Nanolitografia ‘scanning probe’ (Nanofrazor Instrument) per applicazioni in plasmonica, nanomateriali, nanoelettronica.
  • Nanofabbricazione tramite litografia elettronica (EBL) di nanoantenne plasmoniche ad elevata efficienza per studi di microscopia ottica, biosensoristica, e nanofluidica.
  • Nanofabbricazione EBL di nanodispositivi basati su materiali e eterostrutture 2D.
  • Studio delle proprietà optoelettroniche di materiali e nanodispositivi 2D (spettroscopia Raman, ottica, trasporto elettrico) per applicazioni in fotonica, biosensing e nanoelettronica.
  • Studio delle proprietà ottiche di nanoantenne e nanomateriali tramite spettroscopia, microscopia ottica e spettroscopia Raman. Particolare attenzione è rivolto allo studio di configurazioni innovative per sensing e ‘nano-imaging’ a frequenze Infra-Rosse (IR).
  • Nanofabbricazione auto-organizzata di substrati plasmonici ‘large-area’ per applicazioni di biosensoristica e ‘flat-optics’.  
  • Studi di microscopia avanzata ‘scanning-probe’ (Kelvin probe, ResiScope), e microscopia elettronica (SEM) per caratterizzazione di nanomateriali 

Proposte di tesi

Insegnamenti